I livelli plasmatici di Galectina-3 sono associati al profilo di rischio nell’Ipertensione Arteriosa Polmonare

  01/04/2022 Profilo di rischio Ipertensione Arteriosa Polmonare

La Galectina-3 (Gal-3), una proteina appartenente alla famiglia delle lectine, viene considerata un promotore di fibrosi e dei processi infiammatori. Concentrazioni elevate di Gal-3 sono state correlate ad anomalie polmonari interstiziali associate ad un pattern funzionale di tipo restrittivo, suggerendo un potenziale ruolo di Gal-3 nelle fasi precoci di fibrosi polmonare. Uno studio pilota, condotto in un unico centro di riferimento tra il 2016 e il 2018, ha indagato la relazione tra i livelli plasmatici di Gal-3 con diversi profili di rischio. Specificatamente, nei 70 pazienti con PAH arruolati nello studio sono stati valutati i livelli di Gal-3 nei tre profili di rischio (basso, intermedio, alto) definiti secondo il REVEAL 2.0. Sono state condotte, inoltre, ulteriori analisi tenendo conto di quattro variabili a basso rischio cliniche ed emodinamiche secondo le linee guida ESC/ERS (classe funzionale (WHO), capacità di esercizio (6MWD), pressione atriale destra (RAP) e indice cardiaco (CI)).

I risultati hanno documentato che i livelli plasmatici di Gal-3 erano aumentati linearmente nei tre strati di rischio basati sul punteggio REVEAL 2.0; con dato quantitativo peraltro più elevato nei pazienti con forma associata alla sclerosi sistemica, rispetto a quelli con forma idiopatica. I suddetti livelli erano, inoltre, significativamente più bassi nei pazienti a basso rischio definiti secondo i quattro parametri presenti nella tabella del rischio delle linee guida ESC/ERS. Da notare, infine, come i livelli di Gal-3 erano più elevati nei pazienti con uno stato di compromissione funzionale del cuore destro. Questo, infatti, suggerisce che i livelli di Gal-3 siano associati a processi di rimodellamento del ventricolo destro in risposta all’aumento del postcarico. Queste informazioni possono aprire la strada a futuri studi il cui obiettivo sarà valutare il ruolo prognostico di Gal-3, soprattutto quando integrato con tutti gli altri elementi già considerati importanti ai fini prognostici, nei pazienti affetti da PAH.


25 marzo

Predire il rischio di mortalità durante il follow-up a lungo termine nei pazienti con Ipertensione Arteriosa Polmonare (PAH)

Le linee guida della European Society of Cardiology (ESC) e della European Respiratory Society (ERS) del 2015 suggeriscono l’utilizzo di una specifica “tabella di rischio”, che classifica i pazienti ad alto, medio e basso rischio, in modo da stimare la mortalità nei pazienti affetti da ipertensione arteriosa polmonare (PAH).

18 marzo

Esercizio fisico Ipertensione Arteriosa Polmonare

Le attuali linee guida europee ESC/ERS, presentate nel 2015 raccomandano l'implementazione dell'esercizio fisico (personalizzato e adeguatamente monitorato) come terapia adiuvante per i pazienti affetti da Ipertensione Arteriosa Polmonare con adeguata risposta clinica alla terapia farmacologica in atto, fermo restando la necessità di programmi riabilitativi in grado di avere il giusto equilibrio valorizzando i potenziali benefici e limitando, al contempo, i possibili rischi.