News

Approfondimento Convivere con la PAH

Marker di rischio di PAH sesso-specifici, la ricerca scientifica si sta muovendo

  28/07/2020

Esistono differenze in base al sesso del paziente nei meccanismi patologici alla base dell’ipertensione arteriosa polmonare (PAH)? Stando a un recente studio, volto ad indagare le potenziali differenze nella patogenesi e nella progressione della PAH tra il sesso maschile e quello femminile, attraverso l'analisi dell’espressione di alcuni geni specifici in uomini e donne affetti da PAH ed in soggetti sani di controllo, qualche differenza potrebbe esistere.

Gli autori hanno scoperto che nelle donne con PAH vi è una differente espressione di geni che regolano le risposte infiammatorie e immunitarie. Il gene che codifica per la lipocalina 2, una piccola proteina che potrebbe avere qualche relazione con i meccanismi di rimodellamento vascolare propri della PAH, risulta espresso in modo differenziato nel tessuto polmonare.

Negli uomini l’analisi genetica ha documentato una diversa espressione genica in relazione a diversi aspetti biochimici (chemiotassi, fattore nucleare KB) nonché per l’attività di alcuni geni legati alla produzione di specifiche proteine rilasciate da un particolare gruppo di cellule: i mastociti. Secondo i ricercatori, questi risultati preliminari, potrebbero condurre ad individuare dei biomarkers specifici.


15 dicembre

Il vissuto del paziente con PAH aspetto cruciale per la cura della malattia e per condurre studi clinici

La considerazione dell’esperienza dei pazienti, del loro vissuto in merito alla propria malattia, dai primi sintomi alla diagnosi fino al trattamento 

1 dicembre

Controlli periodici per valutare lo stato di salute, appuntamenti da non mancare per le persone con PAH

La valutazione periodica delle condizioni di salute è un aspetto fondamentale nella gestione dell’ipertensione arteriosa polmonare (PAH). Lo evidenziano il professor Nazzareno Galiè e colleghi in un articolo in cui si spiega l’importanza dell’esecuzione di alcuni test diagnostici per valutare il profilo di rischio complessivo di un paziente.