News

Approfondimento Convivere con la PAH  

La risata un’arma potente da sfruttare per migliorare la salute 

  08/12/2020

Ridere fa bene alla salute sia per i noti benefici psicologici sia per l’azione su diversi meccanismi fisiologici legati al funzionamento del sistema immunitario e del sistema cardiovascolare, alla risposta allo stress e alla percezione del dolore. Ed è stato proprio il racconto del potere analgesico della risata nel libro “As Anatomy of an Illness” pubblicato nel 1978 ad opera di Norman Couisins, celebre scrittore statunitense affetto da una patologia autoimmune, a dare il via a diversi studi scientifici sull’argomento [Louie D et al 2016; YongEun Yim 2016] nati con l’obiettivo di indagare gli effetti terapeutici della risata.

Queste evidenze hanno portato la comunità scientifica a riconoscere il valore della risata come terapia di supporto a quella farmacologica [YongEun Yim 2016] fino a determinarne l’utilizzo in modo sistematico in alcuni ambiti medici, per esempio attraverso la clown therapy.
La risata esercita i suoi benefici attraverso diverse azioni, tra cui la modulazione della concentrazione sanguigna di molecole come la serotonina, il cortisolo e le endorfine, che svolgono un importante ruolo nel benessere psicologico riducendo l’ansia, i sintomi della depressione e migliorando i sentimenti negativi come la rabbia spesso correlati a malattie gravi o croniche [Morishima T]. Inoltre, la risata favorisce l’attività di specifiche cellule coinvolte nella risposta immunitaria, migliora la respirazione e i processi digestivi, stimola l’attività cerebrale, ha effetti positivi sulla circolazione sanguigna e riduce la pressione arteriosa [Morishima T, 2019; YongEun Yim 2016]. 

Attraverso la riduzione di ansia e stress, che sono legati a un aumento del rischio di incorrere in malattie cerebrovascolari e coronariche, la risata potrebbe avere un impatto positivo sulla longevità e potrebbe contribuire a ridurre la probabilità di incorrere in malattie cardiovascolari. Secondo un recente studio giapponese questo rischio si ridurrebbe ulteriormente all’aumentare della frequenza con la quale si ride nell’arco della giornata [Sakurada K, 2020].
Non solo ridere in modo spontaneo, ma anche il semplice ascolto del suono della risata potrebbero avere effetti benefici sulla salute [Louie 2016; Fujiwara 2018].


22 dicembre

Qualità della vita nelle persone con PAH svelata da tre parametri clinici

La qualità della vita di chi è affetto da ipertensione arteriosa polmonare (PAH) è in genere compromessa e si correla alla gravità della condizione valutata da tre semplici parametri.

15 dicembre

Il vissuto del paziente con PAH aspetto cruciale per la cura della malattia e per condurre studi clinici

La considerazione dell’esperienza dei pazienti, del loro vissuto in merito alla propria malattia, dai primi sintomi alla diagnosi fino al trattamento