News

Approfondimento Convivere con la PAH  

Individuato un legame tra ipertensione arteriosa polmonare arteriosa e microbiota intestinale

  15/06/2020

Tra il microbiota intestinale (cioè l’insieme di microrganismi presenti nell’intestino) e l’ipertensione arteriosa polmonare (PAH) esisterebbe un legame che potrebbe essere sfruttato in futuro sia per la diagnosi sia per la terapia. Lo sostiene un gruppo di ricercatori dell’Università della Florida sulle pagine della rivista Hypertension. Gli studiosi hanno dimostrato per la prima volta che nell’intestino delle persone con PAH sono presenti specifici batteri. Per lo studio, sono stati raccolti campioni di feci da 18 pazienti affetti da PAH e da 12 persone senza una storia di malattia cardiopolmonare. Approfondite indagini biochimiche e molecolari hanno rilevato la presenza di uno specifico gruppo di batteri nei pazienti con PAH. Il microbiota intestinale si modifica generalmente in base al tipo di alimentazione, all'ambiente e soprattutto al corredo genetico di ogni persona. Secondo gli autori di questo studio, il microbiota intestinale delle persone affette da PAH, sembra presentare delle caratteristiche peculiari rispetto alla popolazione di controllo.
I risultati ottenuti aprono nuovi scenari riguardo aspetti diagnostici e fisiopatologici di tale rara condizione.


15 dicembre

Il vissuto del paziente con PAH aspetto cruciale per la cura della malattia e per condurre studi clinici

La considerazione dell’esperienza dei pazienti, del loro vissuto in merito alla propria malattia, dai primi sintomi alla diagnosi fino al trattamento 

1 dicembre

Controlli periodici per valutare lo stato di salute, appuntamenti da non mancare per le persone con PAH

La valutazione periodica delle condizioni di salute è un aspetto fondamentale nella gestione dell’ipertensione arteriosa polmonare (PAH). Lo evidenziano il professor Nazzareno Galiè e colleghi in un articolo in cui si spiega l’importanza dell’esecuzione di alcuni test diagnostici per valutare il profilo di rischio complessivo di un paziente.