News

Approfondimento Convivere con la PAH  

Malnutrizione nella PAH un potenziale aiuto da interventi dietetici mirati

  15/06/2020

Le persone con ipertensione arteriosa polmonare potrebbero essere a maggiore rischio di malnutrizione. Le cause, secondo ricercatori dell’Università di Amsterdam,  potrebbero essere legate a una serie di meccanismi innescati da alterazioni che in questa malattia si verificano a carico delle sezioni destre del cuore, capaci di modificare indirettamente l’assorbimento intestinale dei nutrienti, sia ad alterazioni nella composizione del microbiota intestinale (la flora composta da batteri e altri microrganismi che vivono nell’intestino) che altera la capacità di produrre e di assorbirne sostanze metaboliche utili alle funzioni dell’ organismo. 

In particolare, i pazienti affetti da ipertensione arteriosa polmonare presentano spesso una carenza di ferro. Tale mancanza è dovuta, verosimilmente, a diverse cause: ridotta introduzione con la dieta ed alterato assorbimento unitamente ad un maggior consumo per aumentare la produzione di globuli rossi con cui l’ossigeno, elemento indispensabile per le funzioni dell’ organismo, raggiunge tutti i distretti del corpo.

Una disvitaminosi di cui tener conto, inoltre, è quella a carico della vitamina D, la cui supplementazione sembra possa apportare dei benefici generali ai pazienti affetti da PAH. Servono studi di maggiori dimensioni per rispondere a domande ancora non chiarite. La ricerca futura ci fornirà la risposte che ancora mancano.


6 ottobre

Risultati migliori per i pazienti con PAH trattati nei centri di riferimento

Le persone con ipertensione arteriosa polmonare (PAH) che vengono trattate presso centri di cura specialistici hanno migliori possibilità di sopravvivenza

22 settembre

Ipertensione arteriosa polmonare, più attenzione alle malattie che complicano la diagnosi

La presenza di alcune malattie concomitanti (comorbilità) può mascherare i sintomi dell’ipertensione arteriosa polmonare (PAH)